• Notizie
  • Comunicati stampa

Lavoro. Sbarra: “Dati Inps confermano necessità di prorogare blocco licenziamenti e casse Covid”

Roma, 21 gennaio 2021 - “Dalla fotografia Inps sul mercato del lavoro arriva oggi la prevedibile e drammatica conferma di una situazione al limite, con oltre 4 miliardi di ore di Cassa integrazione sul 2020, e un crollo verticale dei contrati a termine. Dati che non hanno pari nella storia repubblicana. Siamo nel pieno di una pandemia economica che senza nuove e adeguate misure di protezione dei lavoratori è destinata a trasformarsi in bomba sociale”. Lo afferma Luigi Sbarra, Segretario generale aggiunto Cisl.
“Il Governo - aggiunge - deve agire subito, incardinando già nel ‘Ristori 5’ la proroga del blocco dei licenziamenti oltre il limite del 31 marzo e senza criteri selettivi. Occorre poi confermare le Casse Covid ed estendere le Indennità alle categorie ingiustamente escluse, come i braccianti agricoli, colf e badanti, stagionali, somministrati e collaboratori continuativi”.
“La crescita senza coesione è solo un’illusione:  bisogna rispondere all’emergenza sociale e costruire parallelamente una nuova visione lunga di sviluppo concertato; far marciare insieme tutele e investimenti, riforma delle politiche attive e formazione, ammodernamento delle reti e politiche sociali. Occorre rimettere il lavoro al centro del modello di sviluppo, difendendolo, promuovendolo, qualificandolo, per un rilancio che tenga insieme giustizia sociale, coesione e produttività”.  

Stampa