• Notizie
  • Comunicati stampa

Pil. Sbarra: "La politica trovi l'unità e sblocchi subito gli investimenti. Serve una nuova stagione concertata"

Roma, 2 febbraio 2021 - “Un arretramento inferiore alle attese, ma non per questo meno preoccupante, quello indicato oggi dall’Istat sul Pil. La flessione recepisce gli effetti economici dell’innalzamento della curva pandemica, ma anche una risposta troppo debole sul versante degli investimenti e delle politiche espansive. Per guadagnare un rimbalzo pieno va sbloccato il capitale produttivo, rilanciati cantieri, infrastrutture, politiche industriali, integrazione sociale e territoriale. Bisogna tornare a mettere crescita e coesione in cima alle priorità”. Lo afferma Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl. “Si tratta - aggiunge - di superare subito, e nel segno dell’unità, la crisi politica in atto, per attivare tutte le leve di sviluppo a disposizione. E, contemporaneamente, di assicurare la tenuta sociale prorogando ed estendendo le protezioni rivolte a tutti i lavoratori, a cominciare dal blocco dei licenziamenti, in modo da disinnescare una bomba sociale che comprometterebbe anche la ripresa economica . A disposizione abbiamo 32 miliardi del nuovo scostamento di bilancio che si aggiungono alle risorse ingenti europee. Non c’è tempo da perdere: le forze politiche, con grande responsabilità, ritrovino la via della coesione e della più ampia condivisione su obiettivi comuni, mettendo in campo investimenti, aprendo una stagione di riforme e progettualità realmente concertata con le forze sociali”, conclude Sbarra.

Stampa