• Notizie
  • Comunicati stampa

Riders. Cisl: "3000 assunzioni con contratto subordinato da marzo. Bisogna trovare un punto di incontro per stabilire regole chiare ed adeguate tutele per i lavoratori"

Roma, 4 febbraio 2021 - “Saranno circa 3000 le assunzioni di riders con contratto di lavoro subordinato che inizieranno già nel mese di marzo, sia a pieno tempo che part-time. Ma bisogna prima trovare un punto di incontro attraverso il quale stabilire regole chiare e adeguate tutele per i lavoratori”. È quanto dichiara la Cisl in una nota sul confronto di oggi tra JUST EAT, CGIL, CISL, UIL, ed alcune rappresentanze dei RIDERS , sul nuovo modello organizzativo Scoober, che di fatto ha aperto la trattativa per un raggiungere un accordo aziendale che definisca il quadro dei trattamenti economici e normativi.

“L’azienda si è impegnata a presentare al sindacato un documento di lavoro che sarà discusso nelle prossime settimane”, sottolinea la Cisl. “La CISL ha posto in termini chiari che il confronto deve partire da un quadro di riferimento certo e riconoscibile di applicazione del Contratto Ccnl della Logistica e delle Merci, un sistema di Relazioni Industriali che sia partecipativo ed il riconoscimento dei diritti sindacali e di rappresentanza previsti dall’Accordo Interconfederale del Testo Unico. Il CCNL logistica offre già riferimenti certi e coperture per le lavoratrici e i lavoratori ad esempio su ferie, malattia e infortunio, maternità/paternità, ed ha sviluppato Accordi nazionali specifici che già inquadrano la figura del ciclo-fattorino e i compensi minimi e gli orari di lavoro. La CISL ritiene positivo il nuovo modello Scoober basato sul rapporto di lavoro subordinato, ma perché possa essere condiviso bisogna trovare le condizioni che si adattino alla specificità del settore ed alle esigenze dei lavoratori, alla flessibilità dei tempi di lavoro, alle tipologie contrattuali, alle questioni della salute e sicurezza, del sistema degli incentivi economici, le indennità accessorie e per i mezzi di trasporto. La trattativa è aperta e i tempi relativamente brevi impegneranno sindacato e impresa in un confronto serrato, che richiede un coerente impegno basato sulla correttezza e sulla trasparenza, evitando fughe in avanti nel pieno rispetto delle Relazioni Sindacali”.

Stampa