• Notizie
  • Comunicati stampa

Sciopero metalmeccanici. Bentivogli (Fim Cisl): il contratto e la disoccupazione non possono andare in ferie

b_180_160_16777215_00_images_primo_piano_industriafuturo.jpgRoma, 14 giugno 2016. Domani terzo round degli scioperi regionali di 8 ore per il rinnovo del Contratto Nazionale dei metalmeccanici, con lo sciopero di 8 ore e manifestazioni in Calabria, Sicilia e Sardegna. Il leader della Fim Cisl Marco Bentivogli sarà in Sardegna a Cagliari dove la manifestazione delle tute blu sarde partirà alle 9.30 da Piazza del Carmine e percorrerà le strade cittadine per poi concludere in Piazza Defenu con il comizio del leader FIM. “La mobilitazione dei metalmeccanici sardi darà a Federmeccanica un messaggio forte e chiaro: non consentiremo che la vertenza per il rinnovo del contratto vada in ferie. Serve dare una svolta al negoziato impantanato da mesi dentro i vecchi riti attendisti di Federmeccanica. Il vero “rinnovamento” che chiedono gli industriali si fa puntando sulla solidarietà e sulla partecipazione dei lavoratori e con un sistema di relazioni industriali e sociali che non lasci a piedi nessuno. Questo vale ancora di più in questa terra così segnata dalla crisi e da anni di mancate promesse di una politica benaltrista che finora non ha dato reali soluzioni - dichiara il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli - L’industria in Sardegna ha rappresentato e rappresenta ancora un importante valore aggiunto per l’economia e l’occupazione sarda. Lo sciopero di domani sarà quindi anche l’occasione per chiedere alle istituzioni locali e nazionali una maggiore attenzione ai problemi dell’industria in Sardegna a partire dal sito ex- Alcoa, Keller, EurAllumina, Portovesme srl, indotto metalmeccanico Saipem e Chimica Verde. Serve sostenere gli stabilimenti in difficoltà e riavviare quelli chiusi attuando finalmente quegli interventi infrastrutturali che li rendano competitivi – conclude il segretario Fim”. Nella serata di oggi Bentivogli farà visita al presidio dei lavoratori ex-Alcoa insediato da maggio del 2014 fuori i cancelli della fabbrica di alluminio, una vertenza che da sola rappresenta una vera e propria “bomba sociale” in una delle aree più povere del Paese, il Sulcis e per cui ormai da troppo tempo i lavoratori e le loro famiglie aspettano una soluzione che ridia prospettiva lavorativa e futuro.

Leggi anche:

Contratti. Furlan: bene rinnovo metalmeccanici. Ora chiudiamo il contratto del pubblico impiego Contratti. Furlan: bene rinnovo metalmeccanici. Ora chiudiamo il contratto del pubblico impiego
Roma, 26 novembre 2016. "E' davvero una bella notizia per i lavoratori, per il movimento sindacale e per il clima generale del paese la firma del...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa