• Notizie
  • Comunicati stampa

Siderurgia. Apetino (Fim Cisl): “Alla Aferpi, ex-Lucchini, ritardi non più tollerabili”

Roma, 8 aprile 2017. “I ritardi accumulati in questi anni sul mancato rispetto degli accordi e della loro attuazione nei tempi, stanno portando all’esasperazione i lavoratori. Dopo le manifestazioni e scioperi, l’ultimo il 24 marzo scorso, la protesta dei lavoratori Aferpi, ex-Lucchini, continuerà con l'occupazione del Consiglio Comunale ad oltranza, anche di notte, fino al 19 aprile, data di convocazione al Ministero dello Sviluppo Economico dell’incontro tra Governo, sindacato e i vertici di Aferpi-Cevital. Per quella data ci aspettiamo che il Governo si assuma definitivamente la responsabilità affinché ci sia una risposta chiara sui tempi dell’attuazione del Piano industriale e dell’accordo di programma sottoscritto ormai più di due anni fa il 30 giugno del 2015. Per questo ieri RSU e Segretarie territoriali di Fim, Fiom, Uilm hanno inviato, una lettera al Presidente del Consiglio Gentiloni, perché si faccia carico personalmente della vertenza. L’imprenditore algerino Issad Rebrab non può continuare a rinviare la realizzazione del piano industriale di Piombino, senza dare risposte, non è più tollerabile per i lavoratori le loro famiglie e il territorio. La città intera si è stretta intorno ai lavoratori in lotta, l’acciaieria rappresenta una risorsa troppo importante per l’economia e il futuro del territorio. Piombino deve tornare al più presto a colare acciaio”. Così in una dichiarazione RaffaeleApetino, coordinatore nazionale siderurgia della Fim Cisl.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa