• Notizie
  • Comunicati stampa

Edili. Natuzzi minaccia licenziamenti. FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil: "Inaccettabile e ingiusto"

Roma, 30 giugno 2017. Natuzzi  minaccia il licenziamento di un numero di dipendenti pari a quello dei lavoratori reintegrati dal giudice. "Inaccettabile e ingiusto" rispondono i sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil.  "Il gruppo - denunciano in una nota - sulla stampa continua a fare dichiarazioni che esulano non solo dal campo di normali relazioni sindacali, ma addirittura dal buon senso. Noi continuiamo a dire che mettere contro i dipendenti, in un sorta di guerra tra deboli, non ha nulla a che vedere con i proclami della stessa azienda. Le sentenze si rispettano, ma usarle come alibi per abbandonare il piano industriale concordato nel 2013, e che aveva l’obiettivo di garantire la salvaguardia di tutti i lavoratori con investimenti sia sui siti produttivi attualmente attivi che sull’apertura del nuovo sito di Ginosa, è francamente inaccettabile. Invitiamo Natuzzi - proseguono i sindacati - ad un maggiore senso di responsabilità, anche per non vanificare quanto di buono stiamo facendo al Mise con la Cabina di regia. Ci sono 1.300 lavoratori (1.918 compresi quelli del commercio), e quindi altrettante famiglie, ai quali garantire un futuro sereno, e questo si assicura con gli investimenti e la difesa delle professionalità, non certo con le minacce", concludono Feneal, Filca, Fillea.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa