• Notizie
  • Comunicati stampa

Violenza contro le donne. Furlan a Firenze al convegno 'Intrattabili: libere dalla tratta, libere dalla schiavitù': "Firenze citta simbolo per la lotta alla prostituzione"

Firenze, 5 dicembre 2017 - "Prendiamo Firenze come esempio per questa iniziativa molto importante. Partiamo da questo e aiutiamo don Aldo Bonaiuto e la sua associazione Papa Giovanni 23esimo a raccogliere migliaia di firme perche' ci sia una legge contro la schiavitu' della tratta e della prostituzione". Lo ha sottolineato  la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan nel corso del convegno sul tema dello sfruttamento della prostituzione 'Intrattabili: libere dalla tratta, libere dalla schiavitù', organizzato dalla Cisl di Firenze e Prato a Palazzo Vecchio. Il fenomeno della prostituzione "ha dimensioni incredibili e Firenze e' una citta' simbolo  - ha ricordato Furlan - perche' per primo il sindaco Nardella ha fatto un'ordinanza che penalizza e responsabilizza i cosiddetti clienti di queste donne". Donne "spesso poco piu' che bambine, strappate al loro Paese, alla loro famiglia, che vengono prima violentate dai loro aguzzini poi buttate sulla strada". Il fenomeno della prostituzione "ha dimensioni incredibili e Firenze e' una citta' simbolo, perche' per primo il sindaco Nardella ha fatto un'ordinanza che penalizza e responsabilizza i cosiddetti clienti di queste donne. Donne "spesso poco piu' che bambine, strappate al loro Paese, alla loro famiglia, che vengono prima violentate dai loro aguzzini poi buttate sulla strada". 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa