• Notizie
  • Comunicati stampa

Banche. Romani (First Cisl): "Sequestro 346mila euro di Zonin sono goccia nel mare"

Roma, 21 gennaio 2018. “I 346 mila euro sequestrati a Zoninuna sono goccia nel mare dei suoi faraonici compensi da presidente della Popolare di Vicenza, ecco cosa sono . Adesso la politica ci spieghi perché non ha mai frenato le scandalose retribuzioni dei vertici delle banche”: lo afferma il segretario generale di First Cisl, Giulio Romani, alla luce dell’analisi compiuta dall’Ufficio Studi del sindacato sulle retribuzioni dei top manager della banca vicentina a partire dal 2005. “I soldi che gli sono stati sequestrati dal tribunale - aggiunge Romani - corrispondono appena al 34% del milione abbondante di euro che Zonin ha incassato solo nel 2015 come ultimo stipendio in Popolare di Vicenza. Nel 2014 si era concesso 1,1 milioni. In entrambi i casi la cifra era attorno al 20% dei compensi totali degli amministratori. Prima non sappiamo quanto abbia preso, perché i bilanci non erano tenuti a dichiararlo e non eccellevano in trasparenza su questo aspetto, però se consideriamo che dal 2005 al 2015 gli amministratori hanno avuto complessivamente 51,6 milioni di euro, non ci stupiremmo se i compensi che ha percepito nel suo ultimo biennio fossero solo una minima parte di quelli che ha ricevuto complessivamente”. “Di fronte a uno scandalo di questa portata – afferma Romani – vedremo che cosa scriverà la Commissione banche nella sua relazione attesa a giorni. Dubitiamo che la politica reciti il mea culpa per non aver regolato per legge i compensi dei manager delle banche, ma che non dicano che nessuno glielo aveva suggerito: la nostra proposta di legge, supportata dalla firma certificata di 120 mila cittadini, è sepolta da quattro anni nei cassetti della Commissione Finanze”. “Sono anni – conclude Romani - che ai cittadini e ai lavoratori viene chiesto di pagare il conto dei disastri causati da chi si è arricchito smisuratamente alle loro spalle. Adesso vogliamo l’immediata applicazione di un tetto massimo ai compensi dei top-manager delle banche, l’abolizione dei bonus in entrata e uscita e l’adeguamento dei loro contratti alle direttive europee in merito al rapporto tra quota fissa e quota variabile, con l’obbligo di vincolare almeno un terzo delle retribuzioni complessive al raggiungimento di obiettivi di interesse sociale e di legare la parte variabile a risultati di medio-lungo termine. Lo ribadiremo in un documento che invieremo nei prossimi giorni a tutte le forze politiche, alle quali chiediamo di dare piena attuazione alla nostra Costituzione”.

Leggi anche:

Credito. First Cisl: “Bene ipotesi Viola per Banca Popolare Vicenza. Iorio rinunci alla sua buonuscita” Credito. First Cisl: “Bene ipotesi Viola per Banca Popolare Vicenza. Iorio rinunci alla sua buonuscita”
5 dicembre 2016.  “Accogliamo con fiducia l’annuncio che indica Fabrizio Viola, manager di provata esperienza, subentrare a Francesco Iorio...
Banche. First Cisl: “Popolare Vicenza, cessione Ferbanca, preoccupa il silenzio sui lavoratori” Banche. First Cisl: “Popolare Vicenza, cessione Ferbanca, preoccupa il silenzio sui lavoratori”
Roma, 26 settembre 2017. “Siamo lieti di apprendere della possibile imminente cessione di Farbanca, ma ci preoccupa che nei rumor sul futuro della...
Credito. Archiviata dal Tribunale Firenze causa cliente Popolare Vicenza contro bancario. Romani (First Cisl): “Ora cambiare norme sistema finanziario Credito. Archiviata dal Tribunale Firenze causa cliente Popolare Vicenza contro bancario. Romani (First Cisl): “Ora cambiare norme sistema finanziario"
Roma, 17 novembre 2017 -  Il tribunale di Firenze ha archiviato la causa intentata da un cliente della Banca Popolare di Vicenza, che aveva...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa