• Notizie
  • Comunicati stampa

Banche. Romani (First Cisl): "istituire reato di disastro bancario e restituire banche a cittadini"

Roma, 27 gennaio 2018. “Là fuori si assiste alle assoluzioni o al sequestro di pochi spiccioli per chi governava le banche demolite dalle cattive gestioni e intanto la melina dei rinvii in tribuna nell’attesa delle liste elettorali allontana quella relazione della Commissione banche che ormai dubitiamo sancisca l’urgenza di una riforma socialmente responsabile del sistema bancario, considerato che si è perso tempo in polemiche, attacchi alle istituzioni e poco altro. Ecco perché abbiamo deciso di mettere a disposizione della politica e della società civile sei proposte orientate a tutelare i risparmiatori e l’occupazione, ma anche a punire i responsabili dei disastri bancari”: è con queste parole che il segretario generale di First Cisl, Giulio Romani, presenta “AdessoBanca!”, il “manifesto per la tutela del risparmio e del lavoro” elaborato dal sindacato di categoria insieme alla Cisl. “La definizione del reato di disastro bancario non può attendere - spiega Romani -, ma questo non basta se non restituiamo le banche ai cittadini, favorendone la partecipazione anche attraverso vantaggi fiscali per gli investimenti stabili nel capitale e la costituzione dei trust dei piccoli azionisti con lo scopo di esercitare il voto in base a obiettivi di carattere sociale, quali la tutela del territorio, dell’occupazione e del risparmio, le politiche creditizie per la piccola e media impresa o le politiche salariali responsabili. Altro passo necessario è liberare i lavoratori dall’odiosa pratica delle pressioni commerciali e garantire una forte formazione finanziaria alla clientela. Va inoltre rivista la normativa Mifid, oggi inefficace. Serve un questionario Mifid unico nazionale che accompagni ciascun cittadino: sarà la Consob a gestirlo e verificarlo centralmente”. “Riguardo all’enorme massa degli Npl – prosegue Romani –, occorre passare dalla svendita a soggetti non bancari, spesso speculatori, alla gestione paziente dei crediti deteriorati, prevedendo vantaggi fiscali per le società che, costituite secondo le regole di vigilanza dai soggetti sociali ed economici, quali banche, fondazioni, imprese e loro associazioni, fondi per lo sviluppo e gli stessi dipendenti, acquistino gli Npl al loro valore effettivo, evitando i dissesti nelle banche e aiutando famiglie e imprese in difficoltà”. “Resta il tema delle enormi retribuzioni dei top manager – conclude Romani – e su questo fronte ribadiamo la necessità non solo di una moderazione quantitativa, ma soprattutto di indirizzare i compensi verso obiettivi di carattere sociale. Finché gli amministratori non saranno incentivati a tutelare il risparmio e dare qualità al credito erogato anziché a raggiungere obiettivi economici di breve periodo, il rischio di nuovi disastri bancari sarà sempre incombente”. Il manifesto e i documenti tecnici di supporto delle proposte della Cisl e di First Cisl sono disponibili sul sito www.adessobanca.it.

Leggi anche:

FIRST Cisl. Romani: FIRST Cisl. Romani: "Cosa nasconde l'ipotesi di maxi-fusione Intesa-Unicredit-MPS?"
Roma, 2 ottobre 2015 - "In merito a quanto pubblicato sulla prima pagina del Sole 24 ore di oggi, circa la presunta fusione fra le tre principali...
Credito. Romani (First Cisl), decreto salvabanche scelta di responsabilità. Garantire operatività e occupazione Credito. Romani (First Cisl), decreto salvabanche scelta di responsabilità. Garantire operatività e occupazione
Roma, 23 novembre 2015. "La continuità operativa di Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e CariChieti...
Bancari. Romani (First Cisl), soddisfazione per l’accordo con ABI sulla proroga del Fondo per l’occupazione - FOC Bancari. Romani (First Cisl), soddisfazione per l’accordo con ABI sulla proroga del Fondo per l’occupazione - FOC
Roma, 26 novembre 2015. "Siamo molto soddisfatti di aver garantito la prosecuzione del Foc, Fondo per l'occupazione del settore, in un momento così...
Banche. Furlan e Romani (First-Cisl), le colpe di amministratori e le omissioni della vigilanza non possono scaricarsi su risparmiatori e lavoratori. Il sistema bancario va cambiato Banche. Furlan e Romani (First-Cisl), le colpe di amministratori e le omissioni della vigilanza non possono scaricarsi su risparmiatori e lavoratori. Il sistema bancario va cambiato
Roma, 11 dicembre 2015. “Prendiamo atto che oggi sia il Presidente del Consiglio Renzi, sia il Ministro Padoan riconoscono che l'Italia ha bisogno di...
Banche. Romani (First Cisl): Mps esempio di top managment. Grande atto di responsabilità Banche. Romani (First Cisl): Mps esempio di top managment. Grande atto di responsabilità
CISL/FIRST – Romani: l’atto di responsabilità dei vertici MPS, un esempio per il top management bancario Roma, 8 febbraio 2016 “La decisone assunta...
Banche. Romani (First-Cisl): bene il Governo sul ristoro dei risparmiatori, Bankitalia faccia la sua  parte Banche. Romani (First-Cisl): bene il Governo sul ristoro dei risparmiatori, Bankitalia faccia la sua parte
Roma, 8 febbraio 2016. “Riteniamo preoccupante la spirale di sfiducia che negli ultimi mesi ha investito il sistema bancario italiano” – dichiara...
Banche salvate. Furlan e Romani (Cisl e First -Cisl): Banche salvate. Furlan e Romani (Cisl e First -Cisl): "Speriamo in riconoscimento di “prelazione” alle offerte provenienti da partner italiani"
Roma, 10 febbraio 2016 “Le manifestazioni d’interesse, di diversa provenienza, nei confronti delle quattro banche salvate, vanno valutate con molta...
Banche. Romani (First Cisl): l'assemblea di Veneto Banca non consenta ai fantasmi del passato di tornare in vita Banche. Romani (First Cisl): l'assemblea di Veneto Banca non consenta ai fantasmi del passato di tornare in vita
Roma, 4 maggio 2016. "Ci auguriamo che l'assemblea di Veneto Banca sostenga senza indugi il processo di cambiamento avviato dalla nuova...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa