• Notizie
  • Comunicati stampa

Edili. Sindacati: "Urgente intervento Mise per corretta gestione appalti Ilva". A rischio 800 edili

 
30 gennaio 2018. "Sempre più drammatica la condizione di 800 lavoratori edili dipendenti dalle aziende dell’indotto Ilva, che dovrebbero essere i principali protagonisti di molte opere di ambientalizzazione dello stabilimento siderurgico”. Lo spiegano le segreterie nazionali di FenealUil Filca-Cisl Fillea-Cgil lanciando l’allarme dumping contrattuale nell’area dell’Ilva. “Sulle spalle di questi  lavoratori -proseguono le sigle sindacali- già gravano pesanti ritardi nel pagamento dei salari. A ciò si aggiunge il concreto rischio che nella gestione degli appalti da parte dei Commissari Straordinari di Ilva Spa si alimentino forme di concorrenza sleale e dumping contrattuale a danno del contratto nazionale dell’edilizia, con la conseguenza che ad un uso improprio di altre forme contrattuali corrisponda la perdita di diritti per i lavoratori, fenomeno purtroppo che negli ultimi anni ha fortemente penalizzato il nostro settore, con evidenti ricadute sulla qualità del lavoro. Chiediamo al Mise che alla ripresa della trattativa sul piano industriale Ilva sia inserito tra le priorità anche il tema della corretta gestione degli appalti, a partire dalla giusta applicazione dei Ccnl in riferimento alle attività svolte, per evitare che i lavoratori edili vengano ulteriormente penalizzati” concludono i sindacati.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa