• Notizie
  • Comunicati stampa

Rwm Italia. Femca Cisl: "Ingiusto accusare i lavoratori di essere guerrafondai"

Roma, 1 febbraio 2018. “Essere tacciati di essere guerrafondai e caricare di responsabilità lavoratori e sindacati è oltremodo scorretto" E' quanto ha dichiarato la segretaria generale della Femca Cisl nazionale, Nora Garofalo defienndo quale ingiusta l'accusa ingiusta quella rivolta ai circa 200 lavoratori della Rwm Italia e alle Organizzazioni sindacali coinvolte, dopo le polemiche sorte intorno al commercio di armi prodotte dall’azienda sarda. “Non è un mistero che l’industria europea esporti armamenti in tutto il mondo; si tratta di un’attività lecita se fatta secondo le normative internazionali e le regole condivise”. Come è stato più volte sottolineato dal nostro Ministro della Difesa, infatti, l’attività dell’azienda Rwm Italia di Domusnovas (CI) si svolge nel pieno rispetto della legge nazionale, delle leggi dell’Unione europea e degli accordi Nato. “Noi ovviamente siamo per il disarmo e per la pace – ha continuato la Garofalo – ma è anche opportuno ricordare che la Sardegna ha pagato un prezzo altissimo per la crisi, e che per il territorio sulcitano la presenza dell’azienda è una risorsa occupazionale irrinunciabile”. Ben venga quindi per la Femca la riconversione della produzione bellica verso produzioni civili, a patto di garantire in maniera assoluta il livello occupazionale, condizione imprescindibile per il sindacato.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa