• Notizie
  • Comunicati stampa

Tim. Lettera di Camusso, Furlan e BarbagaIlo ai presidenti dei gruppi parlamentari: "Subito un incontro su prospettiva industriale ed assetti societari"

Roma, 20 aprile – I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, insieme a quelli delle rispettive categorie, hanno inviato oggi una lettera ai presidenti dei gruppi parlamentari di Camera e Senato, per chiedere un incontro sulla “prospettiva industriale e gli assetti societari futuri di TIM”.
 
Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, e i segretari generali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, Fabrizio Solari, Vito Vitale e Salvo Ugliarolo - scrivono nella missiva: “La qualità della prospettiva industriale e degli assetti societari futuri di TIM coinvolge, unitamente al destino di migliaia di lavoratori, una parte rilevante delle speranze di crescita e innovazione del Paese. Allo scopo di contribuire a rendere più chiara l’evoluzione possibile della vicenda, chiediamo un incontro per permettere una discussione di merito”.

Nel salutare con favore la decisione della CDP (Cassa, Depositi e Prestiti) di entrare nel capitale sociale di Tim, le Segreterie Nazionali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil sottolineano la necessità di "chiarire ora" quale ruolo possa avere CDP nel futuro dell’azienda.
L’ingresso di CDP nel capitale sociale con una quota di circa il 5%, per i sindacati "deve servire innanzi tutto a dare stabilità di governance all’azienda, confermando e difendendo il profilo di public company. La presenza di CDP nel capitale deve poi assicurare gli investimenti necessari allo sviluppo del Paese, la stabilizzazione finanziaria dell’azienda e le garanzie occupazionali dei dipendenti diretti e dell’indotto (altri circa 50.000 occupati).

"Fondamentale" per le federazioni del settore "la difesa del patrimonio industriale e professionale dell’intero perimetro di Tim, della sua Rete, dei suoi assets anche a seguito di eventuali operazioni industriali e societarie che potrebbero determinarsi.
Il Gruppo Tim ha enormi potenzialità e, per quanto ci riguarda, deve rimanere integro" tengono a precisare le Segreterie Nazionali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil - -ribadendo il loro impegno a battersi "contro ogni ipotesi, da chiunque provenga, che preveda lo spezzatino del Gruppo".
E concludono: "Le Segreterie Nazionali di Categoria, congiuntamente alle proprie Confederazioni, si impegneranno a sostenere la loro proposta e, in attesa della formazione del nuovo Governo, avvieranno fin dai prossimi giorni un percorso di informazione e sensibilizzazione presso tutti i gruppi parlamentari e le Autority di regolazione del settore".

 


 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (tim-Lettera-sindacati-a-gruppi-parlamentari.pdf)Documento unitario159 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa