• Notizie
  • Comunicati stampa

Ue. Cgil, Cisl, Uil: "Piccolo passo avanti su equilibrio vita e lavoro, ma la posizione raggiunta non è quella auspicata"

Roma, 23 giugno- "L'obiettivo di raggiungere un equilibrio tra vita e lavoro ha registrato un piccolo passo avanti. I ministri del lavoro dell'UE riuniti a Bruxelles, hanno infatti concordato un orientamento generale in vista dell'adozione della direttiva WorkLifeBalance, l'equilibrio vita-lavoro nonostante l'opposizione di alcuni paesi europei". Lo scrivono in una nota unitaria Loredana Taddei, responsabile Politiche di genere Cgil nazionale, Liliana Ocmin, responsabile dipartimento donne, giovani, immigrati Cisl e del Coordinamento nazionale donne Cisl, Laura Pulcini, responsabile Nazionale Coordinamento pari Opportunità Uil

"La posizione raggiunta non è quella auspicata, a partire dal congedo parentale remunerato e la non trasferibilità del congedo tra genitori, che sono stati indeboliti. Ma la discussione ora è aperta e il processo legislativo può continuare verso un’Europa più equa e giusta, malgrado alcuni paesi abbiano votato per il no. Continueremo a dare tutto il nostro appoggio alla Ces (la confederazione Europea dei Sindacati) nella richiesta che i negoziati ripristinino questi elementi e concludano una direttiva ambiziosa ed efficace. È fondamentale migliorare la vita professionale delle donne, che restano, in particolare in Italia, notevolmente sottorappresentate nel mercato del lavoro, poiché sono obbligate a scegliere tra la loro vita familiare e la loro carriera professionale. Le donne sono ancora oggi le principali utenti di congedi familiari, cosa che incide negativamente rispetto all'accesso ed alla permanenza nel mercato del lavoro, oltrechè sul percorso di carriera e sulla parità retributiva.
L'equilibrio tra lavoro e vita privata deve necessariamente essere una priorità politica dell'UE e un obiettivo politico dei paesi membri, a partire dall'Italia, dove la parità di genere si allontana sempre di più".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa