1. Home
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Dai Territori
  6. /
  7. Dai Territori > Marche
  8. /
  9. Marche. XIII Congresso Regionale...

Marche. XIII Congresso Regionale Fnp Cisl: “Esploratori di futuro. Insieme custodiamo la memoria, presidiamo l’attualità, immaginiamo il domani”

Pubblicato il 20 Gen, 2022
Lunedì 24 e martedì 25 gennaio si svolgerà il tredicesimo Congresso della Federazione dei Pensionati (FNP) della Cisl Marche. Appuntamento al Teatro delle Muse di Ancona per i 138 delegati eletti dagli 8 Congressi territoriali che si sono tenuti nei mesi scorsi. Ai lavori congressuali sarà presente il Segretario Generale della FNP CISL Nazionale, Piero Ragazzini e il Segretario Generale della CISL Marche Sauro Rossi.
«Oltre che a rinnovare la dirigenza della Federazione – afferma il Segretario Generale dei Pensionati Cisl Marche Dino Ottaviani il Congresso è il momento in cui la nostra organizzazione riflette e si confronta sugli obiettivi di politica sindacale da porsi nei prossimi quattro anni e sulle strategie per realizzarli».
La FNP conta circa 80 mila  iscritti,  il 16% dei pensionati marchigiani, è presente in circa 95 tra sedi e recapiti sul territorio regionale. Svolge attività di accoglienza, tutela, assistenza sociale e previdenziale, ed è impegnata nella contrattazione sociale territoriale. Sono stati circa 320 gli accordi firmati con enti e istituzioni regionali e locali marchigiane sui temi quali fisco locale, servizi socio assistenziali e sanitari, contrasto alla povertà, prevenzione e politiche abitative.
Una sessione congressuale che includerà un’iniziativa davvero innovativa: lunedì 24 gennaio verrà presentato il robot “Pepper”, all’interno di una collaborazione con l’IRCCS-INRCA e l’Università Politecnica delle Marche. «Pepper è uno dei robot più sviluppati tecnologicamente ed ampiamente usati nelle attività che richiedono interazione con l’utilizzatore – spiega la ricercatrice dell’IRCCS-INRCA Roberta BevilacquaDurante il congresso verrà testato con gli utenti un applicativo volto a valutare la risposta della persona all’interazione con il robot, attraverso il riconoscimento delle emozioni, sviluppato da ricercatori della facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche nell’ambito di una collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia».

Condividi