Puglia. Ilva di Taranto: vince il sì all'accordo

Taranto 13 settembre 2018 - Con i 6.452 di voti favorevoli, il referendum dei lavoratori dell’Ilva in Amministrazione Straordinaria di Taranto, ha confermato il “si” all’ipotesi di accordo sottoscritto al MISE il 6 settembre 2018, tra sindacati, Am Investco, Governo e Commissari straordinari, sulla cessione dell'Ilva.
Su 10.805 aventi diritto al voto, 6.866 lavoratori, dopo aver partecipato alle assemblee, si sono recati al seggio per esprimere la propria preferenza.
6.452 i “favorevoli” (94,00%) e 392 “contrari” (5,7%), le schede nulle 10 (0,14%), mente le bianche 12 (0,16%). Con il 94% dei voti a favore – spiegano Fim, Fiom, Uilm e Usb – i lavora-tori hanno accettato l’ipotesi di accordo per la cessione degli Asset di Ilva del gruppo che, nell’immediato prevede 10.700 assunzioni, con l'impegno di occupare tutti entro il termine del piano industriale mantenendo di fatto le tutele e i diritti individuali.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa