Lazio. Striscione di Forza Nuova contro i sindacati confederali

Roma 29 dicembre 2018 - Lo striscione esposto davanti la sede CIal di Cassino e il volantino di Forza Nuova contro i sindacati confederali sono una palese provocazione fascista a cui non ci piegheremo. La Cisl come Cgli e Uil, per la sua storia e i suoi valori cristiani e cattolici da sempre combatte contro ogni forma di fascismi e totalitarismi. Non accettiamo critiche da forze che hanno come unico scopo quello di sovvertire l’ordine democratico. Stiamo presentando denuncia alla DIgor per individuare e fare condannare i responsabili di questo atto ignobile. Il sindacato non è la prima volta che si trova a fronteggiare situazioni di questo tipo. Ricordiamo gli anni settanta quando ci siamo trovati nelle fabbriche e nel paese a fronteggiare il terrorismo rosso e nero e siamo stati uno dei pochi baluardi della democrazia. Ci auguriamo che questi gruppi di fascisti e violenti vengano sciolti. Purtroppo, ancora una volta siamo costretti a ricordare, nostro malgrado, che i gruppi che si rifanno al fascismo sono illegali. Lo dice la costituzione Italiana e la legge Scelba del 1952. Lo dicono le centinaia di migliaia di morti che il fascismo ha prodotto, lo dicono i sindacalisti uccisi negli anni settanta dal terrorismo. Lungi dal voler fare paragoni con il passato non possiamo permettere che certi comportamenti circolino liberamente . Altrimenti il rischio concreto è la deriva delle istituzioni democratiche. Così in una nota Paolo Terrinoni, Segretario Generale della Cisl del Lazio e di Enrico Capuano, Segretario Generale della Cisl di Frosinone.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa