Puglia. Quota 100: Inas Cisl, nei nostri uffici tutte le informazioni per capire meglio

Bari 14 gennaio 2019 - “La Legge di Stabilità ha previsto la possibilità di andare in pensione con ‘Quota 100’, cioè addizionando 62 anni di età ai 38 di contributi versati, ma per accedere a questo nuovo tipo di pensione non sarà sufficiente saper fare la semplice somma. Per questo affidarsi a dei professionisti può aiutare i lavoratori a rimuovere dubbi e incertezze”. Così il Responsabile dell’Inas Puglia (il patronato della Cisl) Giovanni Quagliarella, sottolinea quanto “l’aiuto del patronato Cisl possa essere indispensabile per decidere la forma migliore per le singole scelte dei lavoratori”. È fondamentale “valutare tutti gli aspetti del proprio percorso lavorativo e previdenziale – spiega Quagliarella – rispetto alla propria posizione generale. In questi giorni – aggiunge il Responsabile dell’Inas Cisl Puglia – sono numerosi i lavoratori, presenti nelle 36 sedi Inas di Puglia, che si stanno rivolgendo al patronato della Cisl per capire se possono andare in pensione con il nuovo meccanismo e quali sono le modalità. Siamo a disposizione di tutti coloro che vogliono saperne di più di ‘Quota 100’ – osserva Quagliarella – e per tutte le persone che si rivolgeranno ai nostri sportelli possiamo realizzare uno studio personalizzato della posizione contributiva per verificarne la soluzione pensionistica più conveniente e per inoltrare all’Inps la relativa domanda di pensione”. Per ogni informazione sugli uffici dell’Inas Cisl in Puglia si può accedere al sito http://www.inas.it  e cliccare sul menù ‘Sedi’ per richiedere un appuntamento personale con un operatore specializzato in materia.

Stampa