Lombardia. Sanità privata: mercoledì 30 gennaio manifestazione regionale a Milano

Milano, 28 gennaio 2019 -“Tempo scaduto, ora contratto!” è lo slogan della mobilitazione di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl della Lombardia a sostegno del rinnovo del contratto dei lavoratori della sanità privata, scaduto da 12 anni. Per denunciare una situazione divenuta ormai intollerabile e sollecitare Regione Lombardia a farsi parte attiva a sostegno delle richieste dei lavoratori, mercoledì 30 gennaio si terrà una grande manifestazione regionale sotto Palazzo Lombardia, a partire dalle ore 9.30.

Sono circa 50mila i lavoratori e le lavoratrici delle 670 strutture sanitarie private attive in Lombardia. Da inizio gennaio a oggi decine le iniziative organizzate sul territorio per sollecitare le associazioni datoriali Aris e Aiop a chiudere una trattativa che prosegue da più di un anno.

“Questo ritardo è oramai insopportabile, nessun lavoratore pubblico e privato ha mai aspettato così a lungo per vedere il proprio contratto rinnovato. I lavoratori della sanità pubblica hanno ottenuto da qualche mese il loro nuovo contratto. Quanto devono aspettare ancora i lavoratori delle 670 strutture private lombarde?”, hanno affermato questa mattina nel corso della conferenza stampa
i tre segretari generali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl della Lombardia, Manuela Vanoli, Mauro Ongaro, Daniele Ballabio.

“Le retribuzioni sono ferme da troppo tempo e hanno perso molto potere d’acquisto - hanno spiegato Vanoli, Ongaro e Ballabio -. Il sistema dei diritti e delle tutele non è più adeguato ai cambiamenti avvenuti in questi anni. Ciò nonostante i lavoratori del settore in questi anni hanno assicurato prestazioni sanitarie fondamentali a tutti i cittadini”.

Molti ospedali e cliniche che erogano servizi sanitari in Lombardia sono strutture private e contribuiscono a garantire il diritto alla salute ai cittadini lombardi. Senza il lavoro dei tanti lavoratori sanitari privati ciò non sarebbe possibile.

Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl della Lombardia CHIEDONO:

- alle istituzioni di fare la loro parte per garantire un buon contratto ai lavoratori della sanità privata.
- ai cittadini di solidarizzare per un buon contratto per i lavoratori della sanità privata.
- alle aziende che sollecitino le loro rappresentanze per un buon contratto per i lavoratori della sanità privata.
- A ARIS E AIOP CHE RINNOVINO FINALMENTE IL CONTRATTO PER LE LAVORATRICI E I LAVORATORI DELLA SANITÀ PRIVATA.

Stampa