Lazio. Sindacati: "Uniti su vicenda AMA"


Roma, 8 febbraio 2019“Meglio tardi che mai: ci riempie di soddisfazione il fatto che chi si occupa di Ama per la Uiltrasporti Lazio sia infine giunto alle stesse conclusioni da noi tratte nove mesi fa, quando abbiamo iniziato a chiedere garanzie sull’approvazione del bilancio dell’azienda”. E’ quanto si legge in una nota delle segreterie regionali di Fp-Cgil, Fit-Cisl e Fiadel Roma e Lazio, in cui si aggiunge che “questa improvvisa presa di coscienza ci sorprende e ci rinfranca: dopo aver ripetuto per mesi nelle assemblee con i lavoratori che le nostre iniziative di protesta erano strumentali e allarmistiche, finalmente si comprende che il futuro di Ama è a rischio”. “Stante il fatto che il comportamento del Campidoglio resta invariato da mesi – si prosegue nella nota - continuiamo a non spiegarci come sia possibile che alcuni sindacalisti abbiano capito soltanto adesso quale sia la posta in gioco. Queste stesse persone, finora, si sono impegnate a negare la realtà dei fatti e la gravità della situazione di Ama, accusando invece chi, insieme ai lavoratori, si è battuto giorno dopo giorno per ottenere garanzie”. “Per parte nostra – si conclude nella nota – continueremo a fare tutto il possibile per sollecitare l’approvazione del bilancio di Ama e scongiurare la chiusura delle linee di credito: abbiamo il dovere di tutelare il futuro di oltre 7mila famiglie e di fare in modo che la cittadinanza di Roma torni a vivere in un contesto decoroso”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa