Campania. Cantiere chiuso per racket: Cgil Cisl Uil chiedono incontro urgente a Prefetto

Napoli, 9 maggio 2019  - Un incontro urgente al prefetto di Napoli, Carmela Pagano è stato richiesto dai segretari generali di Cgil Cisl Uil Walter Schiavella, Gianpiero Tipaldi e Giovanni Sgambati, insieme alle categorie delle costruzioni, dopo la chiusura del cantiere del Grande Progetto Unesco di Porta Capuana, a seguito delle minacce della camorra, "per discutere sulle azioni da intraprendere a sostegno dell’impresa di costruzione, dei lavoratori, ma soprattutto per l’affermazione di una cultura della legalità e per la tutela del libero esercizio delle attività di un settore nevralgico per lo sviluppo della città".
Cgil, Cisl e Uil di Napoli "considerano un fatto gravissimo la chiusura del cantiere per le continue pressioni e minacce del racket della camorra".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa