Veneto. Sindacati: "Mercoledì 15 maggio manifestazione degli agenti di polizia penitenziaria"

 

 

 

Belluno, 14 maggio 2019. Manifestazione e corteo degli agenti di polizia penitenziaria del carcere di Belluno per chiedere la chiusura della sezione Articolazione Salute Mentale della casa circondariale di Baldenich. I poliziotti e i rappresentanti sindacali di Cisl Fns, Cgil Fp, Sappe, Fsa Cnpp, Osapp e Uilpa mercoledì 15 maggio portano in piazza la protesta contro la situazione di degrado e insicurezza in cui versa la sezione del carcere bellunese in cui sono ospitati i detenuti psichiatrici e per denunciare la grave situazione lavorativa che penalizza tutto il personale dell’istituto penitenziario. Mercoledì scorso due agenti sono stati feriti da un detenuto. Si è trattato dell’ennesimo episodio di violenza avvenuto all’interno della struttura.

Il corteo partirà alle 9 dalla casa circondariale e si concluderà con un sit-in nel porticato della Prefettura di Belluno. Richiesto anche un incontro al Prefetto, che riceverà i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di categoria alle ore 11. Sindacati e i lavoratori chiedono la chiusura della sezione Articolazione Salute Mentale, la revisione e integrazione degli organici del personale del corpo di polizia penitenziaria e di quello amministrativo, la tutela del personale e rivendicano il diritto a lavorare in sicurezza.

Al termine dell’incontro, all’incirca alle 11.30, i rappresentanti sindacali incontreranno i giornalisti davanti alla sede della Prefettura.


Belluno, 14 maggio 2019.  Sciopero e corteo degli agenti di polizia penitenziaria del carcere di Belluno per chiedere la chiusura della sezione Articolazione Salute Mentale della casa circondariale di Baldenich. I poliziotti e i rappresentanti sindacali di Cisl Fns, Cgil Fp, Sappe, Fsa Cnpp, Osapp e Uilpa mercoledì 15 maggio portano in piazza la protesta contro la situazione di degrado e insicurezza in cui versa la sezione del carcere bellunese in cui sono ospitati i detenuti psichiatrici e per denunciare la grave situazione lavorativa che penalizza tutto il personale dell’istituto 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa