Lazio. Ama, finalmente arriva il Cda: adesso bisogna fare in fretta su bilanci e rilancio

Roma, 8 giugno 2019 - “La nomina del nuovo Cda di AMA è una buona notizia, dopo troppi mesi di attesa per ridare all’azienda un vertice e troppi cambi di management negli ultimi 3 anni. Bisogna superare in fretta l’impasse sui bilanci e costruire un progetto chiaro per il futuro. Siamo in una situazione critica e senza precedenti, ma non in una situazione senza via d’uscita”. Con una nota Natale Di Cola, Marino Masucci e Massimo Cicco, rispettivamente segretarti generali di Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel Roma e Lazio, commentano la nomina da parte della Giunta Raggi.

“Serve un bagno di realismo – aggiungono i sindacalisti - e una presa d’atto sulla gravità dei problemi che si affrontano quotidianamente. Siamo disponibili come sempre a dare un contributo per uscire dalla crisi ma per farlo dobbiamo avere risposte chiare a domande rimaste inascoltate troppo a lungo, da quelle sulla chiusura del ciclo e quindi sulla dimensione industriale fino alle condizioni di lavoro in caduta libera. È necessario lavorare in sinergia con il territorio e migliorare il servizio, per ridare credibilità a un’azienda compromessa nel rapporto con i cittadini e dignità a chi lavora onestamente”.

“Basta slide e progetti irrealizzabili. Serve concretezza, coraggio per spiegare alla città che il salvataggio di AMA ha bisogno di tempi lunghi e allo stesso tempo segnali chiari sull’inversione della rotta. Ci presenteremo martedì all’incontro convocato dal Campidoglio - concludono Natale Di Cola, Marino Masucci e Massimo Cicco - per risolvere i problemi da subito”.

Stampa