Marche. "Sisma, territorio e anziani fragili: il futuro dei servizi alla persona nell'alto maceratese" convegno organizzato dai sindacati dei pensionati

Ancona, 12 giugno 2019 -Venerdì 14 giugno a Camerino dalle ore 9.30 presso l'Aula AA1 Polo didattico “Carla Lodovici” - Via Madonna delle Carceri si terrà il convegno "Sisma, territorio e anziani fragili: il futuro dei servizi alla persona nell'alto maceratese". L'iniziativa è organizzata dai sindacati dei pensionati di SPI Cgil, FNP Cisl e UILP Uil delle Marche, in occasione della consegna della somma di 115.000 euro, raccolta grazie alla campagna nazionale di sottoscrizione pro terremotati avviata nel 2016 per progetti di sviluppo e ricostruzione nei territori colpiti dal sisma. Le risorse raccolte sono destinate al finanziamento dei lavori di ampliamento del Centro diurno "Millecolori", situato nel Comune di Camerino, che assiste anziani affetti da demenza, dell'Unione Montana "Alta Marca di Camerino".
Con l'occasione, SPI FNP e UILP delle Marche vogliono proporre una riflessione condivisa ed una approfondimento sul tema del futuro dei servizi socio sanitari per gli anziani nel territorio dell'alto maceratese, una delle zone più duramente colpite dal sisma. Ai lavori, introdotti da Stefano Tordini, Spi Cgil Macerata e coordinati da Manuel Broglia, Uilp Uil Macerata, interverranno Valerio Valeriani , Coordinatore dell'Ambito territoriale sociale di Camerino, Alessandro Gentilucci, Presidente dell'Unione Montana di Camerino, il Direttore di ISTAO, Pietro Marcolini e il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli. Obiettivo dell’iniziativa è anche quello di mettere a fuoco, con il contributo dei principali soggetti istituzionali e sociali, coinvolti nella rigenerazione di questo territorio, una proposta strategica condivisa sul futuro assetto dei servizi in direzione della quale convogliare efficacemente le risorse disponibili.
Concluderà i lavori il Segretario della FNP Nazionale Marco Colombo, che al termine del convegno consegnerà ufficialmente l'assegno. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Stampa