Lazio. Coppotelli (Cisl): "Dati Bankitalia preoccupanti, occorre spingere di più su fattori di crescita economica"

Roma, 14 giugno 2019 - “I dati economici della nostra regione contenuti nel dossier di Bankitalia ci preoccupano e impongono la necessità di spingere con ancora maggiore determinazione sui fattori di crescita dell’economia, e quindi su politiche industriali, sull’export, su un deciso rilancio degli investimenti pubblici, sul sostegno dell’occupazione, sulla digitalizzazione delle imprese. In questo senso, la notizia che abbiamo appreso oggi dalla stampa, su un eventuale ripensamento da parte di FCA di produrre negli stabilimenti di Cassino nel Frusinate il D-SUV di Maserati, qualora fosse confermata, ci preoccuperebbe ancor di più: sostenere la produzione del settore dell’automotive nella nostra regione è e rimane strategico per la ricchezza del territorio che deve continuare a produrre innovazione e competenze umane e tecnologiche di altissimo profilo. Da parte nostra, nessun passo indietro è accettabile”. Così, in una nota, il segretario generale della Cisl del Lazio Enrico Coppotelli commenta i dati economici del Lazio contenuti nel dossier di Bankitalia.

 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa