Lazio. Ama. In Campidoglio primo atto verso il "Patto per il decoro della Capitale"

Roma, 24 giugno 2019.  “L'incontro di oggi in Campidoglio ha aperto la strada al "Patto per il decoro della Capitale", per provare a uscire dalle difficoltà attuali e progettare il futuro del ciclo. Le nostre preoccupazioni per le condizioni di lavoro e per la stabilità finanziaria di Ama permangono, ma il metodo e i toni segnano una discontinuità con il passato e un’apertura al dialogo che non possiamo che apprezzare". È quanto si legge in una nota di Natale Di Cola, Marino Masucci e Massimo Cicco, segretari generali di Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel, dopo il tavolo di stamattina con la Sindaca Virginia Raggi e la nuova Presidente di Ama Spa Luisa Melara.

"Abbiamo prodotto due proposte - aggiungono i sindacalisti - che invieremo a Roma Capitale e al Cda. Una per aprire il tavolo permanente e una con le dieci proposte di interventi straordinari per affrontare questa fase complicata. Nei prossimi giorni lavoreremo affinché si giunga ad un accordo che dia strumenti per migliorare lavoro e servizi e metta le basi per riprogettare il futuro del ciclo dei rifiuti e il decoro della città".

"Ma per superare le difficoltà serve una convergenza di tutti i soggetti interessati, e quindi Comune, Regione Lazio e Ministero dell'Ambiente, per dare a Roma e ad Ama sbocchi certi per lo smaltimento. Senza questa impostazione - concludono Di Cola, Masucci e Cicco – il percorso è tutto in salita".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa