Puglia. Delle Noci (Filca Cisl): "ArcelorMittal. 700 famiglie in apprensione, la vicenda ex Ilva merita risposte immediate”

Taranto, 8 novembre 2019. Adesione totale allo sciopero proclamato dai sindacati delle costruzioni FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil di Taranto, e che ha interessato i lavoratori edili impegnati negli appalti per la manutenzione dell’ex Ilva. Oggi nessuno dei circa 700 edili ha prestato servizio, condividendo le grandi preoccupazioni dei sindacati per la complessa vicenda di ArcelorMittal. “Questa vicenda – dichiara Antonio Delle Noci, segretario generale Filca-Cisl Puglia – rischia davvero di trasformarsi in una tragedia sociale senza precedenti per il territorio tarantino e pugliese. I lavoratori edili, tra l’altro, hanno già pagato un prezzo altissimo per via della crisi del settore, che negli ultimi 11 anni ha determinato in Puglia la perdita di oltre 40 mila occupati. Gli investimenti previsti dal Piano industriale dell'ex Ilva ridarebbero fiato ai lavoratori e alle imprese dell'appalto, con benefici per tutta l’economia. All'interno dello stabilimento – aggiunge delle Noci - l'indotto e quindi le ditte edili appaltanti rappresentano una fetta importante dei lavoratori censiti in Cassa Edile a Taranto. La situazione è davvero critica e delicata – conclude Delle Noci – da parte nostra continueremo a vigilare e a cercare di raggiungere soluzioni che garantiscano la produzione, l’occupazione, la tutela del territorio”. 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa