Lazio. Trasporti, sindacati: “Domani seminario su modello di sviluppo Ferrovie ex concesse”

Roma, 12 novembre 2019 - Qual è il più efficace modello di sviluppo per le Ferrovie ex concesse?
E’ questa la domanda a cui si tenterà di rispondere domani, nel corso di un seminario formativo dal titolo “Il Caso delle Ferrovie ex-concesse, gli investimenti sulla Roma-Lido”, che si terrà a partire dalle 14.30 presso la sede della Filt-Cgil di Roma e Lazio, in Piazza Vittorio Emanuele 113.
L’evento è stato organizzato dalle segreterie di Filt-Cgil e Fit-Cisl di Roma e Lazio, e della UilTrasporti Lazio in collaborazione con l’Istituto superiore di formazione e di ricerca (Isfort): l’obiettivo è quello di approfondire, sia sotto il profilo tecnico-normativo, che sotto quello strategico, quale sia la migliore ottica di sviluppo per le linee in questione.
“Anche alla luce della delibera regionale del 16 luglio 2019 n.479, si tratta di una riflessione imprescindibile, – si legge in una nota di Filt-Cgil e Fit-Cisl di Roma e Lazio, e UilTrasporti Lazio – che va condotta con estremo rigore e attenzione, in uno sforzo comune di sindacati, Istituzioni ed enti di ricerca. La Roma-Lido, la Roma-Giardinetti e la Roma-Viterbo sono snodi ferroviari strategici per il traffico pendolari e per garantire un’efficace mobilità tra Capitale e hinterland: si tratta inoltre di linee che hanno un elevatissimo potenziale attrattivo sotto il profilo turistico”.
“Per parte nostra – si conclude nella nota - non vogliamo lasciare nulla al caso: il tentativo è quello di dare un contributo per il miglioramento della mobilità sul territorio, e con essa delle condizioni di lavoro e del servizio ai cittadini”.

Stampa