Emilia Romagna. Sindacati: "Italpizza Modena. Siglata ipotesi accordo sindacale per i circa 300 addetti logistica"

Modena, 15 novembre 2019. È stata siglata ieri sera (giovedì 14 novembre), dopo dieci ore di trattativa, l'ipotesi di accordo per il cambio di appalto e di contratto nazionale per i circa 300 addetti alla logistica nel sito di Italpizza, la nota azienda produttrice di pizze surgelate di San Donnino di Modena. Lo comunicano i sindacati Filcams Cgil Modena, Flai Cgil Modena e Filt Cgil Modena, Fai Cisl Emilia Centrale e Fisascat Cisl Emilia Centrale, Uil Trasporti Modena, aggiungendo che lunedì 18 novembre l’accordo sarà sottoposto alle assemblee dei lavoratori. L’intesa completa l'accordo quadro del 17 luglio, che aveva affrontato l'inquadramento societario e contrattuale per i circa 570 lavoratori addetti alla produzione, ma non aveva ancora definito l'inquadramento contrattuale per i rimanenti 300 addetti alla logistica. Per quanto riguarda il cambio appalto, i circa 300 lavoratori della logistica (250 lavoratori della cooperativa Cofamo e una quarantina della cooperativa Evologica) passeranno dall’1 dicembre alla nuova società appaltatrice Aviva spa di Andrea Fiorini. A tutti i lavoratori sarà garantita la continuità occupazionale, mentre le spettanze arretrate saranno liquidate in due tranches: quattordicesima, ferie e permessi non goduti entro il 15 gennaio 2020; il tfr entro il 15 marzo 2020. Ulteriori garanzie sono state fornite da Italpizza e Aviva anche in caso di eventuali inadempienze nei pagamenti, comprese le quote sociali. Per quanto riguarda il cambio di contratto (dal ccnl pulizie e multiservizi a quello della logistica), ci saranno due fasi: dal 1° gennaio 2020 sarà garantito il 90% della retribuzione del ccnl logistica, mentre a partire dal 1° luglio 2022 è previsto il passaggio al 100% del ccnl logistica. «Con l'accordo di ieri sera, che completa quello del 17 luglio scorso, si disegna un’Italpizza completamente nuova che, dopo gli allineamenti economico-contrattuali del 2020 e 2021, passerà nel 2022 da 900 lavoratori in appalto a soli 300 addetti alle attività logistiche in appalto con il contratto nazionale della logistica, mentre i rimanenti 600 addetti alla produzione saranno assunti da Italpizza con il contratto nazionale dell'industria alimentare - dichiarano le categorie sindacali di Cgil Cisl Uil coinvolte nella trattativa - La discussione è stata complicata dal cambio di appalto previsto da Italpizza entro il 30 novembre ed è stata necessaria una giornata di sciopero per superare gli ultimi scogli, ma le garanzie sulle spettanze arretrate e gli aumenti retributivi vanno nella direzione da noi richiesta. La prossima attività sindacale sarà concentrata sull'organizzazione del lavoro, in quanto molti aspetti, soprattutto sugli orari, necessitano di una regolamentazione. Ora la parola spetta ai lavoratori».

Stampa