Puglia. Covid-19, Melissano (Cisl Fp): "Subito protezioni per operatori e assunzioni personale sanitario Necessario garantire prestazioni sanitarie e persone che lavorano per noi"

Bari, 24 marzo 2020 - Nella videoconferenza di ieri il Direttore del Dipartimento di Promozione della Salute della Regione Puglia, Dr. Vito Montanaro, ha riepilogato tutte le attività svolte della regione in fase emergenziale mettendo in evidenza:
DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE: sebbene la Regione Puglia ha rendicontato puntualmente alla Protezione Civile Nazionale la necessità dei DPI occorrenti per fronteggiare l’emergenza ben poco è arrivato in quanto è stata data priorità alle regioni più colpite. Comunque entro la giornata di oggi arriveranno in puglia 100.000 mascherine provenienti dalla Cina.
VENTILATORI e MONITOR: ne sono stati chiesti 200, ma sono arrivati e già distribuiti, al momento solo 9.
POSTI LETTO: in base alle disponibilità di vari Enti Ospedalieri Pubblici, Privati ed Ecclesiastici i posti letto complessivi dovrebbero essere circa 2000 di cui circa 900 nel barese (Policlinico, Miulli, Sanità Privata), 650 tra Lecce, Brindisi, Taranto (Vito Fazzi, Copertino, Galatina, Moscati e Perrino ed altri), 650 nel Foggiano e BAT (Policlinico Foggia, San Giovanni rotondo ed altri). Molti Posti Letto sono attivi, altri attivabili come già fatto presente nella presentazione del 16 marzo. Posti letto da dedicare alle terapie intensive dovrebbero essere circa 300. È stato anche comunicato che il Farmaco Tocilizumab è in sperimentazione su 11 pazienti e nel corso della giornata, in base ai protocolli concordati con gli infettivologi, verrà esteso sia come programma sperimentazione ovvero Regione Puglia, se non sufficiente, potrebbe anche acquistarlo direttamente.
TAMPONI: Regione Puglia non ritiene sia indicato effettuarli in forma massiccia, sia perché non vi sono evidenze scientifiche che comprovano la validità di questa scelta, sia perché si rischia di sovraccaricare le strutture di diagnosi pregiudicandone l’attività.
Per la diagnosi dei tamponi sono attivi i Laboratori: del Policlinico di Bari, Foggia, Lecce ma anche lo Zooprofilattico di Foggia, in questi giorni di attiveranno anche lo Zooprofilattico di Putignano, i Laboratori BAT, Taranto e Brindisi.
AL PERSONALE SANITARIO: verrà somministrato un TEST RAPIDO secondo le indicazioni che il Prof. Lo Palco e la sua struttura stanno elaborando come già previsto dalla circolare che la regione puglia ha trasmesso il 21 marzo.
Abbiamo chiesto come si potrà far fronte alle esigenze di funzionalità di 2000 posti letto COVID-19 e 300 di Terapia Intensiva con il personale esistente già insufficiente a fronteggiare gli standard ordinari e ci è stato risposto che: entro mercoledì verrà definito il nuovo piano della rete ospedaliera e quindi quantificate le attrezzature ed il personale occorrenti. Pertanto nei prossimi giorni, dopo aver concordato con il ministero competente le possibilità assunzionali e o di stabilizzazione dei precari, ci sarà una nuova riunione per discutere del merito. Molta attenzione viene anche data ai Medici Specializzandi e ad altro tipo di Personale Sanitario con cui attivare un rapporto di collaborazione professionale. Il canale con i sindacati resta aperto tramite una forma di confronto.
“Ritengo – osserva Giuseppe Melissano, Segretario generale della Cisl Fp Puglia – che se pur in ritardo la Regione ha ritenuto di informarci di ciò che sta immaginando per fronteggiare il VIRUS, è indubbio che i nostri obbiettivi sono: garantire le prestazioni sanitarie e garantire il personale adibito. Per questo è indispensabile che vi siano adeguati Dispositivi di Protezione Individuale, siano fatti i Test a tutto il Personale Sanitario e non che opera a contatto con gli utenti, mettere giù un protocollo che individui le linee di sicurezza delle attività ma soprattutto assumere subito il Personale Sanitario necessario per garantire i servizi utilizzando, da subito, le graduatorie sia di mobilità o di concorso, esistenti in Puglia”.

Stampa