Veneto. Porto Marghera, Femca Cisl Venezia: "Su sicurezza in azienda nei mesi scorsi sciopero e mobilitazioni. Incidente, un monito per tutti"

15 Maggio 2020 - “L’incidente nell’azienda chimica 3V Sigma diPorto Marghera, alle porte di Venezia, è un fatto gravissimo. Ci sono 2 lavoratori in gravi condizioni, con ustioni sul 30% del corpo e molta preoccupazione per il futuro dei 47 dipendenti”. Lo dichiara il segretario generale della Femca-Cisl Venezia, Giuseppe Callegaro. “In questa azienda, in cui ben 45 dipendenti su 47 sono iscritti alla Femca, abbiamo sempre rivendicato una maggiore attenzione al rispetto della sicurezza, un tema spesso trascurato dai vertici del gruppo. Nel luglio dell’anno scorso abbiamo anche proclamato uno sciopero di 8 ore e altre mobilitazioni sono state fatte in questi mesi, culminate in un incontro con il Prefetto. Solo 4 giorni fa – spiega Callegaro - abbiamo inviato l’ennesima richiesta di incontro urgente proprio per discutere di sicurezza, ma i responsabili dell’azienda non hanno neanche letto la mail. Un comportamento grave a prescindere dalla dinamica dell’incidente odierno, sul quale ci auguriamo che si faccia presto chiarezza. Nei mesi scorsi i vertici del gruppo, che ha stabilimenti anche a Bergamo e negli Stati Uniti, hanno prima sospeso e poi licenziato 4 lavoratori, per i quali la Femca ha attivato una causa per il reintegro. E poco tempo fa abbiamo ricevuto una denuncia per diffamazione per un articolo pubblicato sulla stampa locale. Una situazione difficile, insomma, sempre caratterizzata da tensioni e contrasti”. Sulla vicenda è intervenuta anche Nora Garofalo, segretaria generale Femca-Cisl nazionale: “L’esplosione di Porto Marghera è un monito per tutti, e dimostra che la sicurezza nei luoghi di lavoro resta sempre la priorità dell’azione sindacale. Tutti, però, sono chiamati ad una maggiore responsabilità: non dimentichiamo che prima dell’emergenza legata al Covid19 abbiamo assistito a centinaia di migliaia di incidenti sul lavoro, con numerose. Vedere le immagini e i video della struttura in ferro dell’azienda letteralmente accartocciata per il calore è stato davvero impressionante. Siamo vicini ai due feriti e alla popolazione che vive nei pressi dell’azienda, e ci attiveremo subito per adottare tutti gli strumenti per tutelare i 47 dipendenti della 3V Sigma”, ha concluso Garofalo.

Stampa