Abruzzo. Fai Cisl primo sindacato alla SALPA di Roseto

11 Giugno 2015 - In questi giorni si è votato per il rinnovo delle RSU nell'azienda SALPA, ex Rolli di Roseto.
La FAI CISL AbruzzoMolise ha ottenuto un importante risultato eleggendo 7 delegati su 11, confermando e rafforzando il ruolo di prima organizzazione, che aveva conquistato nella precedente tornata elettorale.
Altissima la partecipazione: hanno votato 409 lavoratori, il 93,16 % dell'organico aziendale. Alla Fai sono andati 265 voti, 77 alla Uila e 56 alla Flai.
"Ancora una volta i lavoratori danno fiducia al sindacato: per noi è motivo di grande soddisfazione, specie in questo momento. E' un ulteriore segnale, molto importante, in particolare per una classe politica, che viene ignorata dalla metà degli elettori, ma continua a rifiutare il confronto e la concertazione, snobba le organizzazioni sindacali e pretende addirittura di riorganizzarle, proponendo il sindacato unico - dichiara Alessandro Collevecchio, segretario generale Fai Cisl AbruzzoMolise.
"I lavoratori della SALPA hanno premiato il nostro lavoro e la nostra azione, ferma e coerente durante l'ultima lunga e difficile vertenza, durata più di 10 mesi, che ci ha spesso visti soli a contrastare il disegno aziendale di ridimensionamento di salari e tutele contrattuali" - aggiunge Franco Pescara, coordinatore territoriale Fai Cisl - con l'accordo del 27 marzo 2015 abbiamo raggiunto il nostro obiettivo: nello stabilimento Salpa di Roseto si continua ad applicare il contratto dell'industria alimentare, che tra l'altro è in fase di rinnovo".
"Ci congratuliamo con i nuovi eletti e ringraziamo per l'impegno dimostrato tutti i delegati ed i responsabili sindacali - è il commento del Commissario Fai Cisl nazionale, Luigi Sbarra - auguriamo buon lavoro a Franco Vagnozzi, Lorenzo Gislao, Guido Iezzi, Marino Di Bernardo, Pierluigi De Lauretis, Luigi Di Giammatteo e Giuliano Lori. Siamo certi che questo risultato ci darà la forza per sostenere gli importanti impegni che si affronteranno già dalle prossime settimane come il rinnovo dell'accordo aziendale e quello del contratto nazionale".
Per noi rappresentare e rispettare chi lavora è primario su tutto, è un po' la nostra missione. I lavoratori lo hanno capito, non si sono fatti influenzare, ci hanno dato il loro consenso che ci farà più forti nell'affrontare e risolvere, insieme, i nuovi problemi - conclude Alessandro Collevecchio.

Leggi anche:

Agroalimentare. Fai: Agroalimentare. Fai: "Al primo posto per rappresentanza allo Stabilimento Amadori di Teramo"
ROMA, 11 giugno 2018. Ottimo risultato per la Fai Cisl nelle elezioni che si sono svolte ieri per il rinnovo delle rsu presso lo stabilimento Amadori...

Stampa