Lombardia. Cisl: "Commercio, servizi, terziario, ristorazione, pulizie. I sindacati milanesi protestano contro i ritardi della cassa integrazione in deroga"

Milano. 27 maggio 2020. Sono ormai inaccettabili i ritardi nella liquidazione degli assegni di cassa integrazione in deroga ai lavoratori rimasti a casa per gli effetti della pandemia da Coronavirus.

 Tra i più colpiti ci sono migliaia di addetti del commercio tradizionale, tra cui i dipendenti di H&M (marchio che ha già annunciato la chiusura di due importanti punti vendita a Milano), della distribuzione organizzata, del terziario, dei servizi, degli alberghi (che ad oggi non sanno quando e come riapriranno le strutture), della ristorazione collettiva e veloce, degli appalti (mense, in particolare quelle scolastiche, e pulizie).

 Per protestare contro questa situazione e sollecitare la Regione Lombardia ad accelerare i tempi delle pratiche, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Milano hanno organizzato un flash mob simbolico per domani, giovedì 28 maggio, dalle ore 10.30 alle 11.30, in piazza Città d Lombardia (lato via Restelli).

L’iniziativa si terrà nel pieno rispetto di tutte le misure di sicurezza e di distanziamento sociale.

Stampa