Puglia. Gazzetta del Mezzogiorno, Cisl: "Solidarietà a tutti i lavoratori Quotidiano da 130 anni presidio di democrazia al servizio dei cittadini"

Bari, 16 giugno 2020 - “La Cisl Puglia esprime solidarietà e vicinanza a tutti i lavoratori della Gazzetta del Mezzogiorno che in questi lunghi mesi stanno vivendo momenti di grande difficoltà a causa di eventi dei quali non hanno alcuna responsabilità”. Così il Comitato Esecutivo della Cisl regionale al termine dei lavori che si sono svolti in videoconferenza con tutti i dirigenti delle categorie sindacali. “Non si possono cancellare 130 anni di storia di un quotidiano che ha raccontato ai cittadini, giorno dopo giorno, le vicende della Puglia e della Basilicata con equilibrio e approfondimento. Ne soffrirebbe in primo luogo proprio quel diritto/dovere di informazione così indispensabile nelle regioni del Mezzogiorno” – aggiunge l’Esecutivo regionale. “Giornalisti, poligrafici e dipendenti della Gazzetta – conclude l’assemblea della Cisl Puglia – non possono essere gli agnelli sacrificali di una gestione a dir poco discutibile di un quotidiano così radicato nell’immaginario collettivo dei cittadini del Sud e che in questi oltre cento anni è stato un presidio di democrazia. Ci auguriamo che tutte le forze in campo trovino le migliori modalità per far continuare in modo sereno il lavoro di dipendenti e collaboratori del glorioso quotidiano”. “Occorre dare un’accelerata sull’iniziativa istituzionale del Sottosegretario Martella, su richiesta della Regione Puglia, per ripristinare i requisiti pre-Fornero per i prepensionamenti (ex legge 416/81), nonché di disporre di nuovi ammortizzatori sociali attraverso l’azzeramento del quinquennio mobile, ed intervenire in modo più importante sul versante riduzione del costo del lavoro complessivo".

Stampa