Marche. Vertenza Deposito XPO di Osimo: da Regione e azienda ancora nessuna risposta.

Ancona, 25 giugno 2020 - Dopo il presidio in piazza del Plebiscito del 17 giugno scorso, che aveva visto la partecipazione anche del Sindaco Mancinelli e l'interessamento della Prefettura, ancora nessuna convocazione è arrivata alle Organizzazioni Sindacali da parte della Regione Marche.

Ricordiamo che il Presidente Ceriscioli e l'Assessore Bravi, anche a seguito dello sciopero del 3/06 nella quale vi era stato un incontro con una delegazione del deposito, si erano assunti l'impegno di convocare a strettissimo giro un tavolo con le direzioni aziendali di Conad e le Organizzazioni Sindacali.

A oltre 20 giorni da quelle promesse, i lavoratori continuano ad attendere una risposta da parte della Direzione Aziendale e della Regione che reputiamo debba radicalmente cambiare passo nella gestione di questa complicata vertenza.

Preoccupano inoltre le indiscrezioni che giungono nella quale la Regione avrebbe scelto di confrontarsi con le Direzioni Aziendali senza la presenza delle rappresentanza sindacali. Ci aspettiamo a riguardo una smentita da parte dell'Assessorato di competenza.

Le OO.SS. ribadiscono, ancora una volta, come sia necessario attivare un ammortizzatore sociale di lungo periodo per permettere di trovare tutte le soluzioni possibili per limitare l'impatto occupazionale. In attesa di risposte, con un magazzino ormai prossimo allo svuotamento, l'assemblea dei lavoratori tornerà a riunirsi Lunedi 29 per decidere come proseguire la mobilitazione.

Stampa