Emilia Romagna. Cangini (Adiconsum Cisl): "Gestori telefonici. A difesa dei consumatori"

Reggio Emilia, 3 luglio 2020. Adiconsum Emilia Centrale è a disposizione dei consumatori reggiani e modenesi che vogliano essere sicuri di non aver subìto addebiti per servizi non richiesti (i cosiddetti “vas”, servizi a valore aggiunto) sui propri dispositivi mobili.

Lo rende noto l’associazione consumatori della Cisl dopo la diffusione della notizia sulle perquisizioni effettuate stamattina dalla Guardia di Finanza nella sede legale di Wind-Tre a Rho (Milano) per attivazioni fraudolente di servizi a pagamento su cellulari, come meteo, oroscopo, gossip, streaming di musica.

Anche le posizioni di Tim e Vodafone sono al vaglio delle autorità, che hanno scritto ad Agcom (Garante per le telecomunicazioni).

«Stiamo monitorando la situazione e restiamo, come sempre, a disposizione dei consumatori per tutte le opportune verifiche», dicono dagli uffici Adiconsum Emilia Centrale, la cui responsabile Adele Chiara Cangini è conciliatrice regionale per le controversie con le compagnie telefoniche.
Area degli allegati

Stampa