Puglia. Cisl: “Mobilitazione vigili del fuoco”

Lecce, 20 luglio 2020. Anche a Lecce la mobilitazione dei Vigili del Fuoco, con la campagna di sensibilizzazione #sosteniamoidirittideivvf messa in campo per il 22 luglio prossimo che si articolerà con varie modalità sul territorio nazionale. Previsti sit-in davanti alle Prefetture, ai singoli comandi e un’azione diretta alla classe politica per rivendicare una migliore ed equa distribuzione delle risorse economiche stanziate e per una giusta previdenza. A comunicarlo Sergio Scalzo, segretario generale Federazione nazionale sicurezza Cisl Lecce. “Dopo decenni di profonde disparità economiche con gli altri corpi dello Stato – afferma Scalzo – il Governo nei giorni scorsi ha inserito nel decreto semplificazioni, approvato dal Consiglio dei Ministri, la distribuzione di 165 milioni di euro (stanziati nell’ultima Legge di Bilancio) per l'adeguamento stipendiale dei Vigili del Fuoco. Tale importante obiettivo è frutto di manifestazioni e scioperi tenuti alla fine dell’anno scorso. Rimane però a tale riguardo la grave scelta operata dal governo di decidere unilateralmente gli incrementi retributivi senza la contrattazione con i Sindacati”. “La proposta del governo – afferma Scalzo - non soddisfa le esigenze di tutti i lavoratori ed in particolare quelle riguardanti i Vigili con pochi anni di servizio, già fortemente penalizzati dalla mancanza di un sistema di previdenza complementare. Come sindacato rivendichiamo, inoltre, l’adeguamento del sistema previdenziale alle altre forze di polizia con l’applicazione dei sei scatti ai fini pensionistici per tutti i vigili del fuoco”. “Sono dunque queste le ragioni dell’iniziativa – conclude Scalzo - che ha lo scopo di emendare il provvedimento stimolando così una maggiore attenzione del governo che sin ora ha soddisfatto solo parzialmente le aspettative dei tanto amati Vigili del Fuoco”.

Stampa