Puglia. Trasporti, Cgil, Cisl, Uil, Cisal, Ugl: anni difficili nella regione ma abbiamo condiviso un buon lavoro

Bari, 28 luglio 2020 - È tempo ormai di consuntivi, così da rendicontare quanto fatto nel settore trasporti in questi anni di governo regionale. Siamo di fronte a una vera rivoluzione, che determinerà il miglioramento delle condizioni di viaggio, la qualità e la sicurezza dei collegamenti, l’attuazione di intermobilità e interoperabilità. Nel settore ferroviario il rinnovo totale del parco rotabile sta abbattendo l’età dei treni al di sotto della media europea, garantendo il miglioramento delle condizioni di viaggio; l’attuazione del sistema cadenzato permette di attuare un interscambio efficace tra treni regionali e treni regionali veloci; i lavori per la messa in sicurezza dell’intera rete ferroviaria sono in corso e si incrociano con quelli per la soppressione dei passaggi a livello, con l’obiettivo di rendere i collegamenti sicuri e veloci. Inoltre si sta procedendo con il rinnovo dei contratti di servizio e sono stati impostati gli iter burocratici per l’individuazione del gestore unico delle infrastrutture e per la bigliettazione unica integrata. È da evidenziare altresì il grande impegno dell’Assessorato nello sblocco e nel rilancio delle infrastrutture e processi di valorizzazione delle stazioni al fine di garantire gli scambi intermodali. Nel settore della gomma si è proceduto con il rinnovo di gran parte dei mezzi destinati tanto al servizio urbano che extraurbano, con la definizione dei servizi minimi e il finanziamento di quelli aggiuntivi da parte della Regione, così da garantire la continuità dei servizi e anche i posti di lavoro. Sono state, inoltre, impostate le gare obbligatorie previste dalla legge in ognuno dei sei bacini provinciali. Una corretta gestione dell’emergenza Covid ha garantito i servizi essenziali in sicurezza, tanto per l’utenza quanto per il personale in servizio. Tutto questo è il risultato di un lavoro che ha visto un continuo confronto e una positiva concertazione con l’Assessorato regionale, che ha consentito la realizzazione di obiettivi ambiziosi, grazie ai quali il sistema trasportistico pugliese ha potuto raggiungere standard qualitativamente elevati. Del resto siamo partiti da una situazione critica, con porte che volavano via con gli autobus in marcia, motori che si incendiavano e mezzi fermi per strada o in officina… tutto questo è ormai un ricordo. La Regione Puglia ha gestito in maniera equilibrata vicende difficilissime come quella delle Ferrovie del Sud Est e dell’incidente ferroviario sulla Andria-Corato, riuscendo a tutelare utenza e lavoratori. Questa breve e oggettiva sintesi di quanto fatto dimostra che il settore trasporti in Puglia ha viaggiato su un binario diverso dal passato, aumentando la velocità a ogni obiettivo raggiunto verso infrastrutture e mezzi più moderni, sicuri ed efficienti, attraverso una nuova e più efficace regolamentazione dei servizi, fondata sulla sinergia e sulla concertazione.

Stampa