Toscana. Bekaert, appello Cisl e Fim ai candidati

Firenze, 14 settembre 2020 - “Chiunque vinca le prossime elezioni regionali, dal mattino dopo dovrà affrontare immediatamente la vicenda Bekaert, che va portata a conclusione positiva entro fine settembre.” A dirlo sono Fabio Franchi, segretario generale aggiunto Cisl Firenze-Prato e Alessandro Beccastrini, segretario generale Fim Firenze-Prato.
“Nel finale della campagna elettorale – dicono i due sindacalisti – vogliamo riportare all’attenzione dei candidati l’importanza dei problemi del lavoro e di questa fondamentale vertenza sul territorio metropolitano fiorentino. Abbiamo continuato anche in queste ultime settimane ad affrontare la vicenda con il governo e il ministero dello Sviluppo economico; la cassa integrazione è stata prorogata fino a fine anno, ma siamo giunti alla stretta decisiva per dare un futuro occupazionale a questi lavoratori e alle loro famiglie.”
“Per la Cisl e la Fim – ribadiscono Franchi e Beccastrini - la soluzione è quella di un industriale che conosca bene il settore, con l’auspicio che possa essere affiancato da un’acciaieria, come da tempo andiamo ripetendo in tutti gli incontri, a tutti i livelli. Vogliamo lanciare quindi un appello al futuro presidente, chiunque egli sia, perché non perda tempo in brindisi, ma si metta subito al lavoro. Il passaggio elettorale non può far calare l’attenzione e non possono esserci ‘vacanze’ in questa vertenza: non possiamo perdere tempo, perché di tempo non ce n’è più.”

Stampa