Lazio. Lavoro, Cgil Cisl Uil: domani a piazza del Popolo per la manifestazione "Ripartire dal lavoro". In questo momento drammatico nessuno si salva da solo, servono idee e contributi di tutti.

Roma, 17 settembre 2020 - "Stiamo vivendo una stagione eccezionale, fatta di timori, paure, incertezze fortissime sul futuro. La pandemia ha gettato un'ombra sinistra sulla nostra società e sulle nostre economie, nazionali e regionali. Per questi motivi, i 209 miliardi che l’Europa ha stanziato per il nostro Paese sono un'occasione da non perdere. Non solo per recuperare il terreno perduto durante i durissimi mesi di lockdown, ma soprattutto, per sostenere la crescita, lo sviluppo, il lavoro, la ripresa economica, le famiglie, i giovani”. A dirlo, in una nota, Michele Azzola, Enrico Coppotelli e Alberto Civica, rispettivamente segretari generali di Cgil Roma e Lazio, Cisl Lazio e Uil Lazio, presenti domani alla giornata di mobilitazione nazionale ‘Ripartire dal lavoro’ convocata da Cgil, Cisl e Uil e che si svolgerà, a Roma, a Piazza del Popolo a partire dalle ore 9.30.

“Abbiamo estremo bisogno, come Regione Lazio e come Paese, di stanziamenti mirati a sostenere strategie di crescita strutturali su direttrici importanti come le infrastrutture, materiali e immateriali, la ricerca, l'innovazione, sia per la pubblica amministrazione che per le imprese, la sanità che ha messo in campo donne e uomini straordinari per contrastare l'avanzata dei contagi, il mondo della scuola. Abbiamo bisogno urgente di un fisco che sia davvero e finalmente più giusto e equo per tutti, riconoscendo il lavoro di qualità svolto da milioni di lavoratori con il rinnovo dei contratti che sono ancora in standby. Lo scorso mese di luglio, in occasione della Notte per il lavoro, siamo scesi in piazza, in tutta Italia, per rilanciare i temi della crescita e del lavoro in un momento così delicato. Gli stessi motivi che domani, 18 settembre, ci spingono a tornare di nuovo nelle piazze italiane per chiedere al governo la convocazione della Presidenza del Consiglio. In questa drammatica situazione nessuno si salva da solo! Dobbiamo stringerci tutti insieme, sindacati, imprese, istituzioni, politica, e dare ognuno il proprio contributo di proposte e idee, per il bene della nostra regione e del Paese. Per questo, a Roma, domani saremo a Piazza del Popolo, a partire dalle 9.30, con un solo slogan e il medesimo obiettivo: ripartire dal lavoro!”.

 

Stampa