Lazio. Falcucci (Fisascat Cisl): "Commercio. Stato di agitazione dei lavoratori dei punti vendita Camaieu"


Roma, 23 settembre 2020. “Dallo scorso mese di maggio i punti vendita Camaieu presenti a Roma si stanno svuotando: le merci di rifornimento non arrivano, e questo segnale allarmante avviene senza che ai dipendenti sia fornita alcuna informazione, rassicurazione o spiegazione: lavoratrici e lavoratori sono sospesi nell’incertezza”.
E’quanto dichiara il Segretario territoriale della Fisascat-Cisl di Roma Capitale e Rieti, Giulia Falcucci, aggiungendo che “dopo mesi di richieste di incontro e sollecitazioni all’azienda, rimaste senza risposta, abbiamo aperto lo stato di agitazione del personale: pretendiamo di fare il punto su una situazione che getta nello sconforto numerosi dipendenti e le loro famiglie. Non vorremmo trovarci di fronte a decisioni prese unilateralmente, e data l’incertezza generale derivante dalla crisi della società, recentemente acquistata dal fondo di investimento Fib, temiamo brutte sorprese. Proprio per questo, non staremo fermi ad aspettare. Ricordiamo che sul territorio sono rimasti quattro punti vendita: Tor Vergata, Gran Roma, Aprilia e Porta di Roma”.


Stampa