Lombardia. Cisl: "Fusione NEXI-SIA un’occasione di sviluppo. Coinvolti circa 2.500 lavoratori a Milano"

Milano, 9 ottobre 2020. La notizia dell’operazione di fusione tra Nexi e SIA, che vedrà il coinvolgimento sulla sola piazza di Milano di circa 2.500 lavoratori, rappresenta una svolta importante in tutto il settore del credito.

“Il progetto, fortemente voluto da Governo e Cassa Depositi, dovrà essere una vera occasione di sviluppo, un volano virtuoso per tutta l’economia del Paese. La fusione - sottolineano Rosanna De Giorgi e Maurizio Gemelli, responsabili First Cisl rispettivamente del Gruppo SIA e del Gruppo Nexi - creerà il primo polo di eccellenza nazionale, collocabile tra i maggiori players internazionali nel mondo dei sistemi di pagamento digitali. La centralità della governance dovrà rappresentare uno snodo fondamentale per un Gruppo che, nelle previsioni, dovrebbe generare rilevanti sinergie economiche. Una centralità che sappia coniugare il fattore economico con quello occupazionale. E’ essenziale – concludono Gemelli e De Giorgi - che il valore generato dall’operazione soddisfi tutti gli stakeholders e tra questi anche i lavoratori che dovranno beneficiare di questo importante passaggio aziendale sia dal punto di vista economico che professionale”.

Stampa