Lazio. Sindacati: "Coronavirus. Con ASL RM5 su urgenze e necessità territorio"

 

 

Roma, 21 ottobre 2020. “Il giorno 20 ottobre 2020, in modalità videoconferenza, si sono incontrati: la ASLRM 5 rappresentata dal Direttore Generale Dr. Santonocito e dal Direttore Amministrativo Dr. Coiro e le OO.SS CGIL CISL UIL Confederali, unitamente alle categorie dei Pensionati e della Funzione Pubblica”. Così, in una nota, la Cgil Roma e Lazio, La Cisl Roma Capitale Rieti e la Uil Lazio.

"In apertura di riunione, il Dr Santonocito ha espresso e condiviso la preoccupazione sull'andamento dei contagi, illustrando nel contempo le azioni, nonché gli intenti che la Asl RM 5 sta mettendo in atto per fronteggiare l'emergenza Covid-19.  In questo quadro ha chiarito che si sta differendo il ricovero nelle strutture ospedaliere, che sarà limitato e scaglionato sulla base delle urgenze, per non determinare ricadute nei confronti dell'utenza e delle figure più fragili, e prevenire così la diffusione di possibili contagi. Il Dr. Santonocito, ha altresì esposto il lavoro che la Asl sta compiendo in merito alla digitalizzazione e all'utilizzo della telemedicina, cioè la costruzione di un sistema informatizzato, in grado di monitorare i pazienti ogni giorno. Le OO.SS nel prendere atto di quanto comunicato dal Direttore Generale in avvio di riunione, hanno sottolineato il ruolo strategico  della Asl nella coprogettazione insieme ai Comuni capofila ed alle OO.SS, circa il nuovo modello di Piano Sociale di Zona 2021-2023, alla luce dei cambiamenti imposti dalla pandemia da Covid-19, nonché alla luce degli intenti sopra espressi, sollecitando una riunione con i Direttore dei distretti della Asl ed i Sindaci dei Comuni capofila dei Distretti sociali del territorio. Si è anche fatto il punto della situazione sulle liste di attesa, non solo in merito all'assistenza domiciliare ma anche sulle diverse prestazioni ordinarie (diagnostica, specialistica ambulatoriale, ecc.). A tale proposito le OO.SS hanno richiesto l’attivazione dell’Osservatorio sulle liste di attesa, utile non solo al monitoraggio delle stesse, ma anche ad una efficace programmazione e rispetto dei tempi previsti sulla base delle prescrizioni mediche. Si è affrontato anche il tema delle fragilità e in particolare le problematiche delle persone anziane.  Sulla base dell'accordo tra la Regione Lazio e le OO.SS. Cgil Cisl e Uil del 30 settembre, si è concordato di svolgere una specifica riunione sulle Residenze Assistenziali Assistite. Si è sollecitato l'elenco delle strutture presenti sul territorio e l'apertura di nuove RSA pubbliche oltre quella di Zagarolo. Infine sono state chieste informazioni circa il numero ed il funzionamento dei Drive-in Covid -19 sul territorio. Il Direttore Generale ha reso noto che i Drive in Covid, sono passati da tre a sei nel giro delle ultime due settimane, in ipotesi l'apertura di un settimo, nel territorio di Vicovaro, che opererà su prenotazione e sarà dedicato esclusivamente ai bambini.  Tale sforzo è finalizzato a decongestionare il flusso del bacino dei pazienti, in particolare venutosi a creare nel comune di Guidonia. Alla luce delle richieste avanzate dalle OO.SS il Direttore Generale Dr. Santonocito, in chiusura di riunione, si è impegnato con le parti ad effettuare   due incontri per le OO.SS. fondamentali:

1)     Riunione con i Sindaci ed i Direttori dei distretti sanitari, per i PSZ da calendarizzare entro la prossima settimana;

2)     Entro la settimana successiva, convocazione Osservatorio su liste di attesa;

infine la Direzione Generale si è impegnata ad inviare alle OO.SS la lista delle Rsa allo scopo di conoscere la situazione del territorio concordando sulla necessità di attento monitoraggio sulla qualità e sicurezza delle prestazioni socio-sanitarie delle stesse, e condividere un percorso per nuove aperture di RSA pubbliche. Riguardo all’emanando Nuovo Atto Aziendale in via di definizione il Direttore Generale si è impegnato a presentarlo alle OO.SS. in tempi brevi”.

 

Stampa