Puglia. Cisl: “Saranno rioccupati i lavoratori a chiamata presso Maricommi e Marina Sud”

Taranto, 27 ottobre 2020. La Fisascat Cisl territoriale esprime compiacimento per la positiva soluzione della vertenza intervenuta a favore dei lavoratori storici a chiamata, operantisingolarmente con orario settimanale in attività di facchinaggio e manovalanzapresso il Comando Maricommi e l’Ammiragliato Marina Sud di Taranto masospesi a zero ore dallo scorso settembre e perciò rimasti privi di reddito né occupazione,stante l’esaurirsi dei fondi 2020.

Stamani, in videoconferenza, un’ampiadiscussioneha consentito ai rappresentanti del sindacato di prenderepositivamente atto della sollecitudine dei vertici militarinelvoler ricercaresoluzioni di breve termine, anche al fine diconsentire, nell’attuale contesto di crisi sociale, economica, occupazionale, per di più aggravato dalla Fase 2 della pandemia da Covid-19, la ripresadell’attività lavorativaalmeno fino al 31 dicembre p.v. così da non risultarepiù penalizzati sul versante economicoinsieme con le rispettive famiglie.

Il Comando Maricommi e l’Ammiragliato Marina Sud hanno, pertanto, reso noto ai segretari della Fisascat Cisl, di aver individuato tra le pieghe di bilancio risorse finanziarie utili ad assicurare la retribuzione di questilavoratori sino alla fine del corrente anno, considerato che per il 2021 gli stessi, che da circa un trentennio operano presso i due Comandi, saranno garantiti da nuovi finanziamenti.  

                                                                

Stampa