Piemonte. Cisl: "Olga Longo nuova Segretaria Generale Fisascat Torino-Canavese"

Torino, 20 gennaio 2021. Olga Longo, 58 anni, foggiana di nascita ma torinese di adozione, è stata eletta oggi, con 44 voti su 47, segretaria generale della Fisascat Cisl Torino-Canavese, la federazione Cisl dei lavoratori e delle lavoratrici dei settori del Terziario, Turismo e Servizi, che, con i suoi 10mila iscritti, è la prima federazione della Cisl torinese. 

La sua elezione è avvenuta, attraverso un sistema elettronico a distanza, durante i lavori del Consiglio generale della federazione, riunito in videoconferenza, alla presenza dei segretari generali nazionale e regionale di Fisascat Cisl, Davide Guarini e Alessio Montagnini, e di Cisl Torino-Canavese, Domenico Lo Bianco.
Affiancheranno Longo in segreteria il canavesano Dario Battuello e il torinese Giovanni Bunone. Longo succede a Carla Destefanis per otto anni alla guida della Fisascat Cisl territoriale. “Lascio una federazione – ha detto Destefanis congedandosi dal gruppo dirigente torinese – che in questi anni ha saputo rinnovarsi al suo interno, favorendo il ricambio generazionale, ed è riuscita a costruire una squadra unita e motivata. Per me è stata una esperienza indimenticabile che porterò sempre dentro di me”.

Olga Longo, diplomata in Gestione aziendale, dipendente dell’Ipercop di Beinasco, madre di Francesco e Riccardo, rispettivamente di 30 e 25 anni, entra in Fisascat Cisl nel lontano 1982, affiancando la militanza sindacale all’impegno nella Gioc, la Gioventù operaia cristiana. Seguendo le orme paterne e degli zii, impegnati all’interno della Flm, la federazione unitaria dei metalmeccanici, Longo svolge il suo percorso sindacale tutto all’interno della Federazione del Terziario e dei Servizi. Diventa delegata, poi operatrice e, dopo una breve esperienza in segretaria regionale, approda, otto anni fa, nella segretaria torinese della federazione.
"Oggi la Fisascat Cisl – ha affermato la neo segretaria generale della Fisascat Cisl Torino-Canavese, Olga Longo – è composta soprattutto da giovani perché le scelte degli ultimi anni sono state fatte nel segno del rinnovamento. La rappresentanza e la competenza sono le chiavi per il cambiamento che la nostra categoria, soprattutto in questo difficile momento storico, deve continuare a perseguire. Con l’aiuto di tutti i colleghi e dei delegati proverò, pur in un ruolo diverso e con nuove responsabilità, a tenere sempre vivi miei ideali che hanno radici profonde nell'impegno sociale, sempre a fianco di lavoratori e lavoratrici".

Stampa