Lazio. Rifiuti, Masucci (Fit Cisl): “Chiediamo urgentemente cabina di regia con Regione, Comune e aziende”

Roma, 1 aprile 2021 - “Adesso basta, chiediamo con forza la creazione di una cabina di regia sui rifiuti, a cui partecipi, insieme al sindacato, il Comune, la Regione e le aziende del settore. Per l’ennesima volta si presenta il problema di dove collocare la spazzatura nella nostra Capitale, l’unica in Europa, insieme ad Atene, che non chiude il ciclo dei rifiuti: ribadiamo, come facciamo da tempo, che va risolto al più presto il problema dell’impiantistica, con tecnologie di nuove generazione che risolvano una questione ormai endemica. Un lungo cammino deve iniziare da scarpe buone, e soltanto su basi impiantistiche solide Ama potrà risolvere le sue numerosissime criticità: ricordiamo che sul termovalorizzatore di Copenhagen si può addirittura sciare”.
E’quanto dichiara il Segretario Generale della Fit-Cisl del Lazio, Marino Masucci, aggiungendo che “serve una visione lungimirante per il futuro della Capitale, che parta da un disegno concreto e solido sul problema dei rifiuti e dei Trasporti, temi auspicabilmente centrali nel dibattito pre-elettorale per le amministrative capitoline. Ricordiamo che trasportare i rifiuti fuori dai confini regionali rappresenta un alto costo per la collettività, un costo che potremmo non sostenere, e che i cittadini pagano non soltanto in termini economici, ma sul piano del decoro della Capitale. Se ben gestiti, i rifiuti possono essere una risorsa, non un problema”.
“A questo proposito – conclude il sindacalista – già dal 2019, proponendo la sigla del ‘Patto per il decoro’, abbiamo sottoposto al Comune e al management di Ama una serie di documenti riguardanti il futuro dell’azienda: l’auspicio è

Stampa