Bonifica. Rota (Fai Cisl): “Rilanciare il lavoro dei consorzi”

Roma 6 ottobre 2018 - "Dal secolo scorso l’Italia ha perso una superficie agricola pari a Liguria, Lombardia ed Emilia Romagna messe insieme. La profonda connessione tra uso dell’acqua, qualità del lavoro agricolo e messa in sicurezza del territorio ci spinge a rivedere il nostro modello di sviluppo, che per troppi anni ha depredato il suolo".
Lo ha detto il Segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota, intervenendo a Roma, presso il Villaggio Coldiretti, alla tavola rotonda organizzata dall’Anbi "Il contributo dell’irrigazione per la competitività delle imprese agricole nel contesto della PAC 2014-2020”.
“Il settore della bonifica – ha aggiunto Rota – vive grandi difficoltà, eppure è strategico per il Paese: è un esempio rappresentativo delle forti relazioni che intercorrono tra le risorse ambientali, le filiere multifunzionali e le opportunità di sviluppo. I lavoratori dei consorzi hanno garantito sempre i servizi, anche nei diversi casi in cui gli stipendi non vengono pagati da molti mesi, è ora di voltare pagina e rilanciare il settore".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa