• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Caporalato. Rota (Fai Cisl) al premier Conte: legge 199 non svantaggia gli imprenditori

Roma, 7 maggio 2019 - "Sul caporalato siamo d’accordo con il Premier Conte, quando afferma che va contrastato il dumping sociale e che dobbiamo rivendicare con orgoglio l’applicazione di una legge severa. Lo ripetiamo da anni. Però deve essere chiaro che la legge italiana è severa con i delinquenti, e non svantaggia gli imprenditori. Se la nostra sensibilità etico-sociale, come l’ha definita il Premier, rappresenta uno svantaggio verso altri mercati, la risposta non sta nell’abbassare l’asticella della nostra sensibilità e del grado di civiltà delle nostre leggi, ma nel governare i mercati globali con regole di reciprocità chiare, che mettano al primo posto la dignità di chi lavora e la qualità delle produzioni. L’agroalimentare italiano non è certo penalizzato dalle norme anticaporalato, ma piuttosto da chi esercita una concorrenza sleale a danno delle imprese sane e di lavoratrici e lavoratori".
Lo scrive sulla pagina Facebook della Fai Cisl il Segretario generale Onofrio Rota.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa