Agroalimentare. Rota (Cisl): "Garantire Ccnl solido e innovativo è un dovere"



Roma, 8 maggio 2019. "Molto interessanti i dati emersi oggi dal convegno di Federalimentare "Industria alimentare cuore del Made in Italy". L'industria alimentare si conferma primo settore manifatturiero del Paese per fatturato globale, con 140 miliardi di euro. Per numero di imprese è seconda soltanto ai prodotti in metallo, con quasi 57 mila imprese. La vertiginosa crescita dell'export ha confermato la virtuosità del settore ma anche il bisogno di sostenere le famiglie italiane e i consumi interni.
Ai quasi 400 mila lavoratori coinvolti abbiamo tutti il dovere di garantire un contratto solido, innovativo, capace di rafforzare il settore in termini di competitività e qualità del lavoro. Per questo siamo ancora più convinti della bontà delle richieste confluite nella piattaforma unitaria che approveremo la prossima settimana, dopo il contributo offerto da migliaia di lavoratrici e lavoratori con le nostre assemblee su tutto il territorio nazionale".
Scrive sulla pagina Facebook della Fai Cisl il segretario generale Onofrio Rota

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa