• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Bancari. DoValue, Barberotti (First Cisl): "troppa incertezza sul futuro, l'azienda non rispetta i lavoratori"

Roma, 28 giugno 2019 - Lo sciopero di oggi dei lavoratori di doValue esprime la paura per la grande incertezza sul futuro dell'azienda. A dirlo è Sara Barberotti della segreteria nazionale di First Cisl. “Dopo aver chiesto il debanking, a capo del gruppo c’è una società di servizi non soggetta alle normative di vigilanza”, ricorda Barberotti. “Il fatto che la gestione degli Npl sia in mano a imprese non soggette alla vigilanza non può che acuire le nostre preoccupazioni, viste le rilevanti ripercussioni sociali che da ciò potrebbero derivare. Tra le ragioni che ci hanno indotto a organizzare la protesta - sottolinea la segretaria - c'è anche il comportamento poco rispettoso di doValue nei confronti dei lavoratori e dei sindacati, testimoniato dall'approccio unilaterale con cui è stata gestita questa fase difficile. Lo dimostra il modo in cui l'azienda ha proceduto alla chiusura di alcune filiali, ai cui lavoratori – afferma Barberotti - è stato offerto di proseguire il rapporto attraverso il ricorso al telelavoro o allo smartworking, con modalità che però appaiono ai limiti del rispetto delle norme di legge in materia”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa