• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Trasporti. Pellecchia (Fit Cisl): "Bene cigs per lavoratori Porto Canale. Ora rilancio"

Roma, 3 settembre 2019 - “La cassa integrazione straordinaria per i 207 lavoratori del Porto Canale di Cagliari è positiva, perché serve a mantenerli all’interno del sistema produttivo. Da oggi però è necessario pensare al rilancio”, così dichiara Salvatore Pellecchia, Segretario generale della Fit-Cisl, in merito all’incontro odierno al Ministero del Lavoro con cui è stata approvata la misura della cigs.
“Abbiamo 12 mesi da oggi per dare un futuro a portuali di Cagliari - prosegue Pellecchia - i quali operano in una regione che ancora oggi paga la lunga crisi economica.
Registriamo positivamente l’impegno dei Ministeri del Lavoro, dello Sviluppo economico e dei Trasporti ad aprire quanto prima una serie di tavoli per il rilancio dello scalo.
Come sindacato questo obiettivo è perseguibile se si ricorre a determinate leve. In primo occorre varare finalmente la Zes
(Zona economica speciale) e far partire la Zona Franca interclusa, due status promessi da tempo e necessari per attrarre investimenti stranieri.
Chiediamo poi investimenti consistenti e mirati nelle infrastrutture: occorre rendere il porto adatto ad accogliere le grandi navi, in accordo con la tendenza mondiale al gigantismo navale, ed è necessario un retroporto più sviluppato, che grazie al transhipment possa contribuire allo sviluppo della logistica integrata, per rendere lo scalo più attraente e competitivo su scala mediterranea”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa